I ventilatori assiali: le caratteristiche, i pro e i contro per installarli

I ventilatori assiali: le caratteristiche, i pro e i contro per installarli

L’utilizzo dei ventilatori assiali (come spiegato da Ventilazione Sicura) è una realtà necessaria al fine di garantite il raffreddamento di impianti e la sua ventilazione, uno apparecchio che può essere installato velocemente e con effetti molto vantaggiosi. Ma quali sono le sue caratteristiche? Come funziona un ventilatore assiale? E quali sono i suoi vantaggi e svantaggi?

L’utilizzo dei ventilatori assiali: cosa sono e come funzionano

Un ventilatore assiale è un apparecchio che fa parte della categoria delle ventole industriali, impiegate al fine di creare degli spostamenti d’aria di portata differente. La ventilazione è infatti indispensabile per determinata attività, dato che ha la funzione di abbassare la temperatura di un ambiente, permettendo il ricambio d’aria e quindi offrire l’opportunità di far lavorare macchine ed essere umani in uno stato ottimale. Ma come si compone un ventilatore assiale?
Un ventilatore assiale si compone di una ventola formata da diverse pale che posizionata su un asse, da cui prende il nome, parallelo al sistema di tubazione in cui è introdotto. Ciò significa che l’aria verrà estratta da un lato delle pale e si sposterà in maniera simmetrica rispetto all’albero motore. Il ventilatore assiale potrà quindi essere collocato al fine di muovere grandi quantità di aria, all’interno di condotti permettendo quindi un afflusso costante e grazie alle sue caratteristiche può essere impiegato per raffreddare anche elettrodomestici, computer, e apparecchiature elettroniche che richiedono determinate quantità d’aria in linea diretta.

Quali sono le caratteristiche dei ventilatori assiali

I ventilatori assiali sono tra le tipologie di sistemi industriali per lo spostamento dell’aria più utilizzati, grazie a una resa ottimale e alla loro particolare struttura. È un prodotto che può essere realizzato in tutte le dimensioni anche le più piccole, grazie alla sua capacità di spostare aria, occupando però uno spazio limitato. Infatti la struttura prevede il posizionamento della componente meccanica lungo l’asse del motore, rendendo tutto il sistema molto compatto e con un rapporto tra potenza e peso ottimale per essere installato quasi ovunque. Ciò permette il suo diffuso utilizzo in diversi settori, e inoltre è molto semplice da costruire e da installare con la possibilità di posizionarlo anche in luoghi ristretti, come le condutture d’aria o direttamente a contatto con l’esterno. Inoltre se si considera la pressione dinamica e la velocità operativa sono molto elevate, permettendo quindi un valido spostamento d’aria anche in situazione in cui viene richiesta una certa portanza. le prestazioni di un ventilatore assiale sono comunque elevate, con una capacità di lavoro che nel tempo che lo rende una sicurezza per chi vuole avere un sistema di ventilazione efficiente.

I ventilatori assiali possono essere installati ovunque?

I ventilatori assiali sono una giusta soluzione, dato che sono adattabile a diverse realtà industriali e alle esigenze più diverse. Si deve però considerare che hanno una serie di limiti come tutte le apparecchiature, collegati proprio alla tipologia di costruzione e al sistema di spostamento parallelo. Ma quali sono gli aspetti da valutare prima di scegliere un ventilatore assiale? In primo luogo di dovrà considerare che consumano più energia rispetto ad altri modelli, dato che lo spostamento dell’aria è strettamente collegato alla velocità di rotazione delle pale. Inoltre sono più rumorosi, proprio per la loro caratteristica struttura assiale, e non sono sempre adatti in tutte le tipologie di condizioni. In particolare i ventilatori assiali, non riescono a svolgere la loro funzione se ci si trova in concomitanze con temperature molte elevate.