creme antirughe

Crema antirughe: come scegliere quella più adatta a te

Prevenire è meglio che curare per questo non è mai troppo presto per iniziare a utilizzare una buona crema antirughe.

La pelle del viso richiede un’attenzione particolare per mantenerla sana, elastica e distesa, soprattutto, per ridurre rughe e linee d’espressione sul viso. Naturalmente con il passare del tempo l’organismo inizia a invecchiare e fortunatamente abbiamo a disposizione degli strumenti che ci assistono per ridurre al minimo questi cambiamenti fisiologici.

Prendersi cura del proprio corpo e del proprio aspetto aiuterà a accettare l’inesorabile trascorrere del tempo facendoci sentire a nostro agio come se avessimo sempre vent’anni.

  1. Perché si formano le rughe
  2. Le cause
  3. Come scegliere una crema antirughe
  4. Esempio crema antirughe efficiente
  5. Funzioni principali

Perché si formano le rughe

Fisiologicamente ogni essere vivente è portato all’invecchiamento e con esso all’usura e al cedimento delle sue componenti, come la pelle. Oltre a questioni naturali, vi sono delle cattive abitudini che si mantengono nel corso della vita e che contribuiscono a un invecchiamento precoce dei tessuti. Queste possono essere:

  • Il fumo delle sigarette
  • L’inquinamento
  • L’esposizione ai raggi solari senza protezione

Ognuno di noi dovrebbe prendersi più cura di sé iniziando a modificare queste piccole azioni sbagliate. Le creme sono un aiuto in più, ma hanno bisogno del nostro supporto quotidiano conducendo una vita sana.

Le cause

L’insorgere delle rughe può essere dovuto a vari fattori:

  • Genetica. In questo caso dipende dal patrimonio genetico ricevuto dai genitori, vi sono persone più o meno predisposte al cedimento dei tessuti rispetto a altre.
  • Espressioni facciali. Se prestiamo attenzione a dove compaiono principalmente le rughe possiamo accorgerci che è proprio lungo le linee delle espressioni, ovvero quelle zone del viso che vengono piegate quando facciamo delle smorfie, ridiamo, piangiamo o parliamo. Sono le parti maggiormente coinvolte nei movimenti della faccia. I muscoli facciali creano dei solchi soprattutto se la pelle è poco elastica.
  • Esposizione al sole. Come detto in precedenza, esporsi al sole senza la dovuta preucazione diminuisce l’elasticità della cute. Inoltre è causa di macchie e ingiallimento della pelle.
  • Fumo. Anche questo fattore è già stato nominato. Il fumo limita l’afflusso di sangue verso la pelle e rimpicciolisce i vasi sanguigni.
  • Cattiva alimentazione. Non assumere i nutrimenti necessari incide negativamente sulla giovinezza danneggiando tutto l’organismo.

Come scegliere una crema antirughe

Vi sono dei fattori da attenzionare durante la scelta della crema antirughe, questi, servono per combattere il processo di invecchiamento della cute. Come detto prima è impossibile bloccare del tutto il passare del tempo, ma si può rallentare con i prodotti giusti.

Una crema antirughe buona deve andare a bilanciare gli elementi in carenza come elastina, collagene e acido ialuronico.

Ovviamente ogni fascia d’età deve optare per una formulazione specifica alle proprie esigenze andando a intervenire sulla problematica del momento.

Sotto i 35 anni non vi sono ancora rughe dovute all’invecchiamento, ma potrebbero iniziare a vedersi quelle dovute alle espressioni. Per prevenire si può iniziare a utilizzare un prodotto con una formulazione leggera, idratante, che crea una barriera contro fattori esterni, come l’inquinamento, e contro i raggi solari.

Nella fascia d’età che va dai 35 ai 40 anni, i tessuti iniziano a cedere. È consigliabile una crema più corposa con anti-ossidanti e rigenerativi. È importante concentrarsi anche sul contorno occhi e labbra.

Dai 40 ai 50 anni si deve intervenire più seriamente scegliendo prodotti che contengono collagene e acido ialuronico.

Dai 50 in su, i prodotti utilizzati devono avere tutte le caratteristiche finora elencate con l’aggiunta di elementi schiarenti per contrastare le macchie cutanee.

Oltre alla fascia d’età si deve scegliere il prodotto opportuno al tipo di pelle che si possiede.

La pelle normale non presenta richieste particolari, si consiglia ugualmente di utilizzare creme di qualità.

La pelle grassa produce una quantità maggiore di sebo, la crema deve ungere poco per prevenire l’effetto lucido. La pelle secca presenta il problema opposto, la crema deve essere idratante e nutriente. La pelle mista, ovvero che presenta zone secche e altre grasse, deve utilizzare una crema che tenda a normalizzare e equilibrare.

Esistono anche varie formulazioni e tipologie di prodotti antirughe. Occorre subito fare una distinzione tra prodotti diurni – più idratanti, costruiscono una barriera protettiva contro lo smog e i raggi solari – e quelli notturni – ricchi di nutrienti utilizzati per rigenerare i tessuti -.

Per quanto riguarda le formulazioni vi sono le creme che sono più dense, devono essere applicate tramite massaggi per essere correttamente assorbite e sono più idonee per pelli secche e normali.

Il gel, più rapido nell’essere assorbito perché più leggero, è poco idratante e tende a seccare la pelle, per questo è adeguato per le pelli grasse. Il siero è la formula più leggera, si presenta in forma liquida e viene assorbito immediatamente; presenta un alto concentrato di prodotti, infatti basta applicare poche gocce; è adatto per le pelli mature.

Esempio crema antirughe efficiente

In commercio vi sono tantissimi prodotti tra cui scegliere, ma quando una crema è veramente efficiente? Vi elenchiamo alcuni consigli estratti dalla pagina che recensisce le migliori creme antirughe del sito Play-Italy.com che si occupa di prodotti antiage.

Partendo dal presupposto che ogni prodotto non ha lo stesso effetto su tutti i visi, di seguito riportiamo un esempio delle caratteristiche che deve avere un antirughe valido.

È consigliabile prediligere un siero:

  • composto da ingredienti naturali presenti in alte percentuali, quindi devono essere posizionati all’inizio dell’inci;
  • che fin dalle prime applicazioni possa mostrare qualche miglioramento;
  • che abbia al suo interno argirelina, acido ialuronico e collagene;
  • con un effetto rivitalizzante, lenitivo e idratante;
  • che non lasci aloni e non dia la sensazione di unto neanche alle pelli grasse.

Insomma, la crema antirughe deve avere le sostanze specifiche utili al rallentamento dell’ossidazione e del cedimento cutaneo. Ma quali sono gli elementi più efficaci contro questi processi?

  • Retinolo: è la derivazione alcolica della vitamina A che combatte l’ossidazione della pelle e l’azione dei radicali liberi, inoltre attiva la sintesi di elastina e collagene.
  • Mix-Botox: è una miscela di pentapeptidi come palmytoil – che produce collagene – e argirelina che concorre al rilassamento dei muscoli facciali. Sono sostanze più soft rispetto al Botox classico perché non distruggono la struttura proteica, ma inibiscono la neuro-trasmissione deputata alla contrazione dei muscoli.
  • Acido ialuronico: stimola la produzione di collagene e aggiunge volume alle zone rugose facendole distendere. Crea una barriera anti-ossidante, idrata la pelle e le dona un tono più elastico.

Funzioni principali

Ovviamente le funzioni principali di un prodotto antirughe devono provvedere a ritardare, a prevenire e a attenuare la comparsa di questi inestetismi. Per svolgere questi compiti la crema provvederà anche a:

  • Idratare, la pelle tende a seccarsi con il tempo perché le cellule epiteliali perdono la capacità di trattenere liquidi
  • Rassodare, le sostanze che contiene provvedono a rendere la pelle più elastica e distesa
  • Proteggere, creando una barriera protettiva
  • Stimolare il rigenerarsi delle cellule
  • Levigare rendendo la pelle del viso più liscia e uniforme
  • Esfoliare , eliminando le cellule morte
  • Uniformare il colorito stimolando la circolazione
  • Proteggere dai raggi UV, controllate sempre che ci sia la protezione SPF