Fibra ottica tutto quello che c’è da sapere

Fibra ottica: tutto quello che c’è da sapere

Fino a qualche anno fa per ottenere una connessione internet veloce era disponibile esclusivamente l’ADSL. Considerando che molte offerte oggi promettono di poter raggiungere una velocità anche di 20Mb/s, l’ADSL non è certo da considerarsi come uno strumento obsoleto, anzi. Il punto però è che un numero sempre maggiore di persone necessita di una velocità di connessione ancora più elevata.

Si tratta di persone che ne hanno bisogno per motivi di lavoro, certo, ma anche di coloro che hanno scelto di guardare la televisione in streaming e hanno bisogno di una connessione che consenta di ottenere audio e video semplicemente impeccabili, così come di coloro che hanno in casa molti device che devono essere accesi in contemporanea.

La connessione ultra veloce o fibra ottica

Le esigenze sono tra le più disparate, ma come ottenere questa connessione ultra veloce? Con la fibra ottica ovviamente, una tecnologia questa che sfrutta filamenti in fibra di vetro o polimeri plastici per il trasferimento delle informazioni. I cavi realizzati con questi materiali sono anche in possesso di una protezione in gomma, così da renderli ultra resistenti e anche estremamente leggeri.

Ovviamente affinché sia possibile installare questi cavi, è necessario che gli operatori telefonici facciano affidamento su delle ditte specializzate nel cablaggio, come ad esempio www.delcosistemi.it . Per fortuna oggi come oggi ditte di questa tipologia non mancano. Il loro lavoro è in questo momento è molto importante e anche piuttosto frenetico. Sì, perché i maggiori operatori telefonici stanno infatti cercando di espandere quanto più possibile le loro linee in fibra ottica, per far sì di riuscire a raggiungere la maggior parte delle città italiane già con la fine del 2020. Sì, perché almeno per il momento la fibra non è certo disponibile ovunque, purtroppo.

Come funziona la fibra ottica

Cerchiamo di fare un po’ di chiarezza sul funzionamento della fibra ottica. Pensate ad un cavo in fibra ottica come ad un fascio di filamenti. Ognuno ha una sezione interna trasparente. La sezione esterna ha la capacità di riflettere la luce. È inoltre presente una guida in gomma protettiva, che risulta opaca.

Gli impulsi arrivano sotto forma di fasci di luce. Grazie alla gomma opaca, possono essere intrappolati all’interno, dove rimbalzano su lunghe distanze in modo estremamente veloce. Ovviamente devono raggiungere dei terminali adeguati a questa tecnologia, pena il rischio che la velocità di connessione alla fine si perda. La velocità che è possibile ottenere può raggiungere anche 1 Gb/s.

Le due reti disponibili: FTTS e FTTH

Ma attenzione, le reti possono essere FTTS – Fiber to the Street oppure FTTH – Fiber to the Home. Nel primo caso, i cavi della fibra ottica arrivano fino alla centralina presente in strada. Da qui il segnale passa necessariamente attraverso dei cavi in rame, di vecchio stampo quindi, per poter raggiungere l’abitazione o l’ufficio. Nel secondo caso invece la fibra ottica arriva sino all’abitazione o ufficio.

Come è facile capire, questa seconda tipologia di rete è la migliore, dato che permette di mantenere sempre elevata la velocità, senza che si vengano a creare intasamenti, rallentamenti, blocchi. Per il momento però sono pochi i luoghi dove la fibra ottica si basa proprio su questa rete.