Cloud hosting, vantaggi e svantaggi

Cloud hosting, vantaggi e svantaggi

Meglio un server dedicato o un servizio di cloud server?

Capita che che quando un azienda decida di aprire un sito web o far fare un salto di qualità a quello esistente, ci si scontri con il tipo di scelta da fare per lo spazio hosting da acquistare, che tra l’altro è quasi sempre hosting wordpress dal momento che è il CMS più usato in assoluto al mondo.

Molte aziende inoltre decidono di spostare la propria produttività aziendale a livello di piattaforma software su un unico server centralizzato per migliorare l’intero workflow aziendale, e una delle scelte a cui ci si trova di fronte è tra l’acquisto di un piano hosting in cloud server o prendere un server dedicato, ma qual’è la sostanziale differenza?

Analizziamo due punti fondamentali, cioè la gestione del server ed suoi costi.

Cloud hosting o server dedicati?
La gestione del server

L’idea di base del cloud hosting è che il sistema operativo, linux o windows che sia, è installato all’interno di una macchina virtuale, dove le risorse come spazio disco, ram, cpu sono condivise da uno o più server fisici. Probabilmente, all’interno di un server fisico vi saranno installati più cloud server.

In questo caso l’eventuale necessità di avere più risorse, temporanee o meno, può essere sopperita con l’intervento esterno di un altro server in rete per garantire risorse extra o con un intervento software di durata minimale.
Durante eventuali upgrade, che possono durare anche pochi minuti, può intervenire in tempo reale un altro server di backup a svolgere lo stesso lavoro senza che vi sia nessun disservizio visibile per gli utenti.

Quando si parla di server cloud quindi non si prende in considerazione una sola macchina fisica, ma gruppi di server in rete che formano appunto il cloud, la nuvola.

I server dedicati invece sono server fisici, dedicati solo ed esclusivamente ad elaborare richieste ed elargire risorse per il tuo sito web.
Quando si parla di server dedicato le prestazioni sono indubbiamente migliori, sono configurati su misura delle richieste del cliente e delle necessità delle applicazioni che devono esservi eseguite.

Il rovescio della medaglia sta in costi più alti e tempi più lunghi per eventuali upgrade e nell’avvio di un eventuale disaster recovery in caso di guasti, perché mentre nel cloud la virtualizzazione ha backup istantanei e replicabili in tempi quasi reali, con un server fisico bisogna avere finestre di backup precise e server di backup dedicati, con costi di gestione ben più alti.

Hosting Cloud o dedicato? I costi

Parlando della gestione dei server abbiamo accennato a come sono diversi anche i costi tra le due soluzioni, dove il server cloud è più conveniente e non richiede nessun investimento iniziale per acquisto e manutenzione dell’intera struttura hardware.

Il server cloud inoltre ha una struttura scalabile con molta facilità e bassi costi, senza fermi macchina prolungati a differenza di un server fisico dedicato, dove per implementare ad esempio la ram bisogna fisicamente spegnere il server, installare la nuova ram e fare un riavvio della macchina.

Inoltre, particolare non da poco, per avere un server dedicato sarebbe opportuno avere anche una risorsa dedicata, un amministratore del server, altrettanto dedicato, sia per la configurazione che per la manutenzione programmata e straordinaria.

Server Cloud, vantaggi e svantaggi in sintesi

Vantaggi del cloud:

  • Facile implementazione
    Il cloud hosting consente alle aziende di non doversi preoccupare più di tanto per gestire i dettagli tecnici del back-end.
    Le aziende possono infatti accedere facilmente e rapidamente a un’infrastruttura cloud con una semplice connessione internet.
  • Niente hardware a tuo carico
    Poiché tutto sarà ospitato nel cloud, non è più necessario un centro di gestione fisico ed anche l’archiviazione ed il backup sarà in cloud.
  • Costi più bassi
    Come abbiamo visto i costi della tecnologia cloud sono ridotti al minimo e consentono alle aziende di utilizzare le risorse extra per migliorare l’infrastruttura aziendale.
  • Flessibilità e scalabilità
    Il cloud è facilmente scalabile in modo che si possano aggiungere o sottrarre risorse in base alle esigenze.
  • Backup efficiente
    Il cloud computing offre recuperi più rapidi e accurati di applicazioni e dati e con tempi di inattività minori.

Ovviamente tutte le tecnologie hanno anche alcuni svantaggi, ed il cloud hosting non si sottrae a questa legge.

Svantaggi del cloud

  • Attenzione ai dati
    Quando si spostano i servizi di un azienda nel cloud, si stanno contemporaneamente consegnando dati e informazioni importanti.
    Quando si sceglie un servizio cloud porre attenzione ai sistemi di sicurezza garantiti dal provider.
  • Tutto incluso?
    Non tutti i servizi cloud sono uguali e non tutti i provider sono trasparenti.
    Alcuni provider cloud potrebbero offrire versioni limitate o depotenziate, abilitando solo le funzionalità minime, chiedendo costi aggiuntivi successivamente.
  • la questione backup
    Nonostante sia quasi sempre garantito un servizio di backup e recovery, questo non significa essere sempre coperti al 100%.
    Nel caso di aziende imnportanti o con dati di una certa rilevanza è opportuno salvaguardarsi con un servizio di backup interno gestito dal proprio personale IT.

Cos’è meglio: Cloud Server o Server dedicato?

Le due tecnologie sono molto differenti, e sarebbe anche inopportuno dire cosa è meglio e cosa no, ma possiamo dire che nel rapporto qualità/prezzo l’hosting con server cloud è decisamente più conveniente, ma se si desidera avere il totale controllo sia dei dati che della gestione della propria infrastruttura allora il server dedicato è la soluzione ideale, soprattutto se hai una base dati ben consolidata e la struttura è poco propensa a cambiamenti.