Link building: cosa sono i link rotti?

Come fare Link building: cosa sono i link rotti?

I link sono alla base della struttura di Internet. I siti sono collegati tra loro tramite collegamenti che connettono pagine, articoli, categorie, foto ecc. Spesso capita che un sito linki però una pagina “rotta” che non funziona più, inesistente, oppure non più online perché cancellata.

Chi fa SEO ovvero si occupa di posizionamento e ottimizzazione di siti internet sa come fare Link Building per poter trarre vantaggio da un sito che linka una pagina “rotta” o che non esiste piú. Il trucco è quello di costruire sul proprio sito una pagina simile a quella che esisteva e chiedere al proprietario del sito di linkare questa nuova pagina. Si otterrà quindi un link gratuito da una risorsa inaspettata.

Ma come si trovano collegamenti interrotti rilevanti di un sito web che ci interessa?

Questa è la parte più lunga del processo di chi si occupa di ottimizzazione e posizionamento di siti web. È per questo che così tante persone affermano che “la costruzione di collegamenti interrotti non funziona!”

Ecco alcuni modi per trovare tali pagine (a partire dal metodo più semplice e veloce). Uno dei metodi migliori è quello di utilizzare tool come AHREFS. Si tratta di uno dei migliori tool per il controllo dei backlink dei siti. E’ ovviamente a pagamento ma si puo’ fare una prova di una settimana ad un costo ridotto di 7 dollari.

AHREFS esamina i backlink di un sito, ma anche i link che “escono” da quel sito. Quindi si individua un sito attinente all’ argomento che tratta il sito da posizionare e si esaminano i siti in uscita. Una volta individuati quelli rotti si prepara un articolo simile sul proprio sito che porebbe essere linkato.

A questo punto si contatta il proprietario del sito sottolineando la cosa, ovvero che un suo articolo linka ad un sito inesistente. Ora proponiamo di linkare il nostro articolo che funziona perfettamente. Se il proprietario accetta otterremo un link gratuito. Molte volte c’è da dire che cio’ non accade. Il proprietario non si fida, oppure è un esperto SEO e sa che un link in uscita è prezioso. Potete anche proporre un piccolo compenso, varrebbe la pena pagare se il link in uscita proviene da un sito con un altro trust, d’altronde sarebbe giusto anche l’esborso.

Un altro metodo per avere link gratuiti è controllare, sempre con AHREFS, se siti con alto trust puntano a domini che sono scaduti. In quel caso potremmo acquistarli e ricreare quella pagina per avere un bel link gratuito sul nuovo dominio. A sua volta questo sito realizzato su nuovo dominio potrebbe passare il link e quindi il trust al nostro sito facendo  un redirect.

Se il dominio scaduto fosse disponibile per l’acquisto, quindi l’ opzione sarebbe quella di acquistare il dominio e reindirizzarlo alle pagine appropriate sul sito Web principale. Ma questo non è sempre possibile. Molti dei domini elencati su expireddomains.net costano centinaia o migliaia di dollari. Possiamo provare, non costa nulla, delle volte la spesa di acquisto, molto irrisoria, di un dominio giustifica anche la sola ricezione di un buon link di ritorno.